La coltivazione senza l'uso della terra 

Idrocoltura, nota anche come coltura idroponica, significa letteralmente “coltura nell’acqua” ed è un metodo di coltivazione delle piante che non prevede l'uso della terra: le radici assorbono il nutrimento direttamente dall’acqua e il fusto della pianta è sostenuto dall’argilla espansa. In questo modo le piante si adattano sviluppando diversi tipi di radici, solitamente meno ramificate, più lunghe e sottili. 


L’argilla espansa è un prodotto naturale che non rilascia sostanze tossiche, non disperde fibre o particelle, non necessita di trattamenti stabilizzanti e conserva le proprie caratteristiche nel tempo. La pianta in idrocoltura viene fatta crescere all’interno di un vaso da coltura di plastica che ha delle fessure alla base che permettono di ossigenare le radici. 


All’interno del vaso viene posizionato un indicatore di livello che segnala quando e quanto bagnare la pianta: solitamente le piante in idrocoltura si bagnano una volta al mese. Questo metodo di coltivazione è consigliato per le piante ornamentali da appartamento, negli uffici e luoghi pubblici, e in generale per le piante da interni, perché è una pratica facile per curare e mantenere le piante sane e rigogliose. .

Vai allo shop per scoprire cosa ti serve per l’idrocoltura fai da te

Facilità nella cura della pianta: con l’indicatore dell’acqua non si rischia di bagnare troppo o troppo poco e grazie all’uso dell’argilla il substrato è meno suscettibile a parassiti, funghi e batteri.

Miglior controllo della nutrizione della pianta e degli spazi: senza la presenza della terra, la cura della pianta è più facile e comoda.

Risparmio dell’acqua e crescita naturale senza diserbanti.

A lungo termine economicità della coltura.